I Disharmonic nascono nel 1998 a Pordenone nel nord-est italiano. Sono stati fondati dal rispettivo batterista Lord Daniel Omungus e chitarrista Sir. Robert Baal. La volontà era di portare nella scena un qualcosa di innovativo per il luogo e di suonare qualcosa di veramente sulfureo. Poco tempo era passato dagli inizi quando uscì Infernal Messengers il primo demo, inciso nella macabra e sperduta sala prove, in uso a quei tempi. Nel frattempo un terzo messaggero si unì alla band, un secondo chitarrista Namtar. Da lì a poco uscì un secondo demo, The Gates of Death. Con fatica ci trascinammo avanti tra deliri oscuri e vita quotidiana. Ma nel 2003 incisero quello che sarebbe stato la fine della prima era, The Black Dance of Evil Spirits, poi tutto morì (almeno così sembrò). Per volere dei fondatori Lord Daniel e Sir. Robert che continuarono a lavorare a una chimera, Carmini Mortis, la naturale evoluzione dello stile della band. L’album arrivò molto più tardi nel 2011, con line up rinnovata. L’avvento del profeta Isaia alla voce e del barone Von Hayden al basso diedero nuova linfa alla band. La chimera non è ancora compiuta! Nel 2014 esce per una etichetta storica italiana la Beyond productions Il Rituale dei Non Morti, come EP, opera mancante di Carmini Mortis. Gennaio 2015 un’altra opera si aggiunge alla storia dei Disharmonic, Magiche Arti e Oscuri Deliri. A maggio 2016 esce il tanto atteso “Carmini Mortis [Omicron Omega]” doppio-cd in uscita speciale per Beyond…Prod in collaborazione con BlackTears, versione definitiva del concept album sulla morte del 2011.

DISHARMONIC:
Lord Daniel Moloch Omunghus: batteria
Sir. Robert Baal: chitarra
Barone Von Hayden: basso
Profeta Isaia: voce

–Discografia:
INFERNAL MESSENGERS  (DEMO 2001)
THE GATES OF DEATH  (DEMO 2002)
THE BLACK DANCE OF EVIL SPIRITS (CD 2003)
CARMINI MORTIS (CD 2011)
IL RITUALE DEI NON MORTI (EP12” 2014)
MAGICHE ARTI E OSCURI DELIRI (CD 2014)
CARMINI MORTIS [OMICRON OMEGA] (DOPPIO-CD 2016)

  –DEFINIZIONE E SONORITA’ Tutto agli inizi ruotava intorno alla disarmonia dell’essere, alla magia e a alla cultura dell’occulto la quale sentivamo da sempre. Poi la naturale evoluzione dell’essere ci ha portato ad affrontare tematiche più complesse, Spirituali e ritualistiche, con richiami ancestrali. Musicalmente la sonorità ingloba molti stili musicali dal progressive rock al black metal con influenze sonore ritualistiche, tutto filtrato in puro stile Disharmonic.

English Version